Apple riceve un brevetto per “ingrandire” un MacBook

Apple è stata impegnata ultimamente per rendere tutti i dispositivi mobili nel programma più leggeri e sottili. Pensa non solo agli iPhone, ma anche ai laptop. È iniziato con il MacBook Air, ma ora quella ricetta viene anche utilizzata con MacBook Pro.

Ma gli alloggiamenti sempre più sottili significano anche che c’è sempre meno spazio per dissipare il calore, e questo è un problema se si vogliono usare processori molto potenti. Quanto più potente è il processore, tanto più calore produrrà e ciò risulta difficile da combinare con alloggiamenti sottili. Nel video puoi vedere che il processore più potente che Apple offre per MacBook Pro 2018 rallenta il sistema, altrimenti in quel caso diventerà troppo caldo.

Se speri che Apple possa venire con laptop più spessi, rimarrai deluso. Nel frattempo, ovviamente, Cupertino sta lavorando a soluzioni a questo problema, che può essere visto, ad esempio, in questo brevetto. L’idea è di ingrandire parti della superficie di un MacBook, in modo da dissipare più calore.

Citazione tradotta:

La superficie adattativa può essere formata da un materiale di memoria di forma che mantiene la seconda configurazione finché la temperatura della superficie adattativa non scende al di sotto di una soglia, e quindi ritorna alla prima configurazione in un modo bi-stabile.

Con i brevetti è sempre discutibile se appariranno effettivamente nei prodotti, Apple registra centinaia di brevetti all’anno che certamente non tutti diventano realtà. Ma almeno questo brevetto chiarisce che sono molto consapevoli di questo problema a Cupertino e che sono già state ricercate soluzioni.